I vizi capitali

Il prisma multicolore di una raccolta esilarante e dissacrante
Giuseppe O.Longo
18,00 €
15,30 €
Description

Ripartiti in sette capitoli corrispondenti ai vizi capitali elencati dalla dottrina cattolica, questi venti racconti confermano la raffinata capacità dell’autore di mettere in scena, con tinte ora drammatiche ora fantastiche ora tragicomiche, un ampio ventaglio di personaggi, situazioni, vicende. La lingua di
queste narrazioni esemplari, sempre adeguata al tema trattato, è oggetto di una cura estrema: il risultato è una grande fluidità sostenuta da un ritmo in cui ogni sillaba è pesata e disposta con gusto sicuro.
Dall’accidia mortale de La condizione umana alla greve e crudele seduzione de Il nome della città, dall’erotismo voyeuristico e lenticolare de Il periscopio alla pirotecnica e dolente vicenda di Ménage à trois, dall’esasperato tormento di Gildo alla barbara e ingiustificabile segregazione de Il buon esempio, il prisma multicolore di questo libro vario, affascinante e talora sorprendente, colloca ancora una volta Giuseppe O. Longo tra i narratori più validi del panorama italiano.

Giuseppe O. Longo è professore emerito di Teoria dell’informazione all’Università di Trieste. S’interessa della comunicazione in tutte le sue forme. In particolare si occupa di teoria dell’informazione, di epistemologia, di intelligenza artificiale e delle conseguenze socioculturali delle tecnologie della mente. Tra i suoi libri ricordiamo: Il nuovo Golem. Come il computer cambia la nostra cultura (2003) e Il simbionte. Prove di umanità futura (2013). Apprezzato scrittore e drammaturgo, ha pubblicato tre romanzi, undici raccolte di racconti e una raccolta di drammi teatrali. Con Jouvence Antidecalogo (2015) e La gerarchia di Ackermann (2016).

Pagine:
210
Data di pubblicazione:
2018