Cristiani e musulmani nell'Italia dei primi secoli del medioevo

Senza minimizzare la portata delle distruzioni avvenute in quei secoli, questo studio ha come obiettivo innanzitutto l’analisi delle caratteristiche di quelle immagini tenendo conto dell’esistenza di alcune sfumature.
Luigi Andrea Berto
20,00 €
17,00 €
Description

L’espansione dei musulmani nel Mediterraneo occidentale ebbe una notevole influenza anche per la storia italiana nel Medioevo. Oltre a conquistare la Sicilia, essi infatti fecero sentire la loro presenza in gran parte del Mezzogiorno e in alcune zone del resto della Penisola. Le fonti a nostra disposizione sono per la maggior parte opere narrative e si concentrano soprattutto sugli eventi bellici e pertanto l’immagine dell’avversario tratteggiata in esse è negativa, ma l’idea di un continuo stato di belligeranza tra musulmani e cristiani è fuorviante. Senza minimizzare la portata delle distruzioni avvenute in quei secoli, questo studio ha come obiettivo innanzitutto l’analisi delle caratteristiche di quelle immagini tenendo conto dell’esistenza di alcune sfumature.
Oltre alle descrizioni degli effetti immediati di guerre e di incursioni, il libro esamina che cosa comportava avere vicini di questo tipo, che cosa si conosceva “dell’altro” e le caratteristiche dei rapporti in tempo di pace.

Luigi Andrea Berto è professore ordinario di storia medievale presso la Western Michigan University (USA). I suoi ambiti di ricerca sono l’Italia altomedievale e Venezia nel Medioevo. Le sue principali pubblicazioni sono: I raffinati metodi d’indagine e il mestiere dello storico. L’alto medioevo italiano all’inizio del terzo millennio (2016), In Search of the First Venetians (2014), The Political and Social Vocabulary of John the Deacon’s ‘Istoria Veneticorum’ (2013) e l’edizione e traduzione di Erchemperto, Ystoriola Longobardorum Beneventum degentium (2013) e Giovanni Diacono, Istoria Veneticorum (1999).

Pagine:
250
Data di pubblicazione:
2018