Forme di esistenza

È necessario – hanno detto Benjamin e Adorno – guardare le cose come si presenterebbero dal punto di vista della redenzione, che mette in luce le fratture e le crepe del mondo.
Franco Rella
10,00 €
8,50 €
Description

È necessario – hanno detto Benjamin e Adorno – guardare le cose come si presenterebbero dal punto di vista della redenzione, che mette in luce le fratture e le crepe del mondo.
Ma come ha detto Leonard Cohen: “C’è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce”. Anche se quindi non possiamo sapere se il mondo troverà qualche forma di redenzione, l’importante è che questa prospettiva ci permetta di penetrare la coltre dell’indifferenza e dell’incomprensione, dando al nostro pensiero e alla nostra parola il compito e il coraggio di guardare dentro di noi, per renderci umani in grado di comprendere gli altri umani.
È quanto questo libro si propone, mettendosi faccia a faccia con l’uomo e la sua esistenza. Cercando così di attraversare la notte, di percorrere i sentieri che lambiscono le scelte cruciali della vita, facendo emergere il senso di una possibile salvezza.

Franco Rella, filosofo e saggista, ha insegnato Estetica allo IUAV di Venezia, interpretando la disciplina come un luogo di frontiera e di scambio tra arte e filosofia, muovendosi in entrambi i territori. È autore di saggi sull’arte, sulla letteratura e sulla filosofia. Ha pubblicato, da ultimo, Immagini del tempo. Da metropoli a cosmopoli (2016), Pathos. Itinerari del pensiero (2016), Il segreto di Manet (2017) e Figure del male (2017).

Franco Rella - "Corriere del Trentino", 21 marzo 2018
"Esistenza e forme"
leggi l'estratto 

Luca Miele - "Avvenire", 27 aprile 2018
"Rella e il mistero del dolore che ci radice nella carne"
leggi la recensione

Pagine:
110
Data di pubblicazione:
2018